top of page

DERMATITE DA PANNOLINO

Eritemi e arrossamenti cutanei sono frequenti nelle zone a contatto con i pannolini, ma vediamo insieme come riconoscere e affrontare la dermatite da pannolino.



Cara mamma, sai come si manifesta e cosa comporta la dermatite da pannolino?

L’eritema da pannolino è un’infiammazione della barriera cutanea che non deve destare preoccupazione, ma va affrontata ai primi segni.

Quali sono le cause?

Di solito la dermatite compare quando la pelle delicata dei neonati viene irritata dal contatto con feci e urina, ma può essere causata da numerosi altri fattori, quali:

  • cambio del pannolino non frequente;

  • pannolino di taglia troppo stretta che provoca uno sfregamento eccessivo;

  • pannolini che non assorbono adeguatamente generando ambienti caldo-umidi che favoriscono il moltiplicarsi di colonie fungine e batteri;

  • intolleranza e/o allergia ai pannolini usa e getta utilizzati;

  • uso di detergenti non idonei perché troppo aggressivi;

  • uso frequente di salviette imbevute;

  • emissione di feci “acide” dovute ad alterazioni della flora intestinale, che possono essere causate da: assunzione di latte artificiale, cambio di alimentazione a inizio svezzamento, presenza di virus intestinali e uso di farmaci.

Come fare per prevenire o risolvere le dermatiti da pannolino?

Il primo passo per prevenire questo fastidioso inconveniente è cercare di mantenere la zona asciutta cambiando spesso il pannolino e asciugando bene la zona, ogni volta che fai questa operazione, tamponando in tutte le “pieghette” con un asciugamano possibilmente di tessuto naturale (cotone e/o lino).

Usa un pannolino di una taglia adeguata alla crescita del tuo bimbo e non allacciarlo troppo stretto per evitare occlusione e sfregamento.

Preferisci i pannolini di una buona qualità assorbente.

Se la pelle del tuo bambino dovesse risultare reattiva ai comuni pannolini in commercio, ricorda che esistono pannolini di fibre naturali come il cotone e il bambù, sicuramente la soluzione più adatta alle pelli delicate e sensibili dei neonati.

Pulisci adeguatamente la pelle del tuo bimbo: cambia spesso il pannolino e preferisci sempre il lavaggio con acqua corrente e soluzioni delicate.

Usa le salviette imbevute solo in caso di assoluta necessità (ad esempio quando sei fuori casa).

Applica creme protettive e lenitive, prive di profumo a base di ossido di zinco, a seconda della manifestazione cutanea e del grado di irritazione ti sapremo consigliare la più adatte. Occorre applicare poco prodotto stendendolo bene e infine passare una mano sulla zona e verificare che sia asciutta, in caso di eccessiva umidità lascia respirare per qualche istante la pelle all’aria per facilitare l’asciugatura.


Se nonostante tutte le accortezze usate si dovesse manifestare qualche irritazione, lascia respirare la zona permettendo al tuo bimbo di stare senza pannolino quanto più possibile e prima di fargli indossare un nuovo pannolino applica una mousse lenitiva a base di ossido di zinco miscelandola con una crema antinfiammatoria e/o antimicotica, avendo sempre cura di farla assorbire adeguatamente.

Se l’irritazione persiste, chiedi un consiglio al tuo pediatra.


Insieme… per il benessere del tuo bambino!


תגובות


bottom of page