top of page

VITAMINA D: LA VITAMINA DEL SOLE

Aggiornamento: 4 giu 2023

La vitamina D appartiene ad un gruppo di pro-ormoni liposolubili responsabili di diversi processi biologici come: crescita fisiologica scheletrica, rimodellamento osseo, prevenzione della degradazione in età avanzata, metabolismo del Calcio e del Fosforo; inoltre svolge un ruolo importante nel dare sostegno al sistema immunitario.


Esistono 5 tipi di vitamina D, ma quelle più importanti sono la vitamina D2 e la D3, chiamate rispettivamente, Ergocalciferolo e Colecalciferolo.

Da dove origina e come possiamo assumerla?

La vitamina D viene sintetizzata principalmente grazie all’esposizione della nostra pelle ai raggi solari, in particolar modo ai raggi UVB, permettendo così la generazione della sua forma attiva: il Calcitriolo.

L’esposizione ai raggi solari, è dunque, la condizione perfetta affinché ci sia una produzione adeguata di Vitamina D. Ne consegue che in inverno, essendo meno esposti alla luce del sole, per mantenere un regolare apporto di tale vitamina, dovremmo aiutarci con l’assunzione di cibi che ne sono ricchi quali: olio di pesce, aringa, salmone e funghi, in cui è presente in minor quantità.

E se non ne assumiamo abbastanza?

Quando la vitamina D non è sufficiente per il nostro organismo, si manifestano alcuni sintomi dovuti alla carenza:

  • Dolore alle articolazioni o alle ossa,

  • Debolezza muscolare,

  • Difficoltà nel ragionamento,

  • Stanchezza ricorrente,

  • Comparsa di malattie quali rachitismo nei bambini,

  • Osteomalacia (patologia metabolica a carico delle ossa),

  • Osteoporosi negli adulti.

Fattori e possibili cause

Studi scientifici affermati attestano che la carenza di vitamina D sia purtroppo un fattore molto comune che riguarda circa un miliardo di persone di tutte le fasce di età da quella neonatale a quella senile; fra tutti sono più a rischio di carenza di vitamina D le persone con la pelle scura di origine africana, afro-caraibica e sud asiatica. Le cause di tale carenza possono essere molteplici:

  • Inadeguato apporto alimentare,

  • Assorbimento intestinale compromesso,

  • Insufficiente esposizione ai raggi solari,

  • Assunzione di farmaci quali glucocorticoidi, antifungini, antivirali e farmaci per la tiroide,

  • Fumo,

  • Obesità.

Integrazione e associazione

Oltre al sole e a una corretta e bilanciata alimentazione, anche l’utilizzo di integratori specifici, eventualmente in associazione, aiuta a mantenere livelli ottimali di vitamina D, tra questi ricordiamo:

  • Vitamina D con DHA, vitamina A e vitamina E, promuovono lo sviluppo osseo dei neonati, lo sviluppo visivo e cognitivo;

  • Vitamina D e Magnesio, lavorano in stretta collaborazione, poiché il Magnesio aumenta la sintesi e l’attivazione della vitamina D e quest’ultima porta a un miglior assorbimento del Magnesio a livello intestinale;

  • Vitamina D in associazione con tutte le vitamine del gruppo B e con la vitamina C, utile soprattutto durante il cambio di stagione.

In caso di dubbi…

La vitamina D è determinante per il benessere psico-fisico della persona, in particolare nei cambi di stagione. Per controllare l’adeguatezza terapeutica o possibili interazioni della stessa, o semplicemente per verificare se i livelli siano adeguati o se sia necessaria un’assunzione temporanea di questa vitamina, passa in farmacia per un controllo!

Nella tua Farmacia del Benessere puoi – con un semplice esame, rapido, valido e sicuro – scoprire il tuo livello di vitamina D e, quando necessario, individuare il piano d’intervento più adatto per il tuo benessere!!! Ti aspettiamo!




VUOI RIMANERE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOVITÀ DEL BLOG?





Post recenti

Mostra tutti

VITAMINA C

VITAMINA B

Comments


bottom of page